CASABLANCA ► Pace, violenza o costume (2018)

14,90

Tracklist:

01. Maschere
02. Ti sto crcando
03. Ti scriverò da qui
04. Minuetto (feat Ketty Passa)
05. Niente rose
06. Un punto di sutura
07. Lei
08. Una ragione di più
09. Un taglio in bocca
10. Casablanca

Prodotto da Max Zanotti.

14 disponibili

“Pace, Violenza o Costume”, il secondo atteso lavoro dei Casablanca, super band formata dai due ex Deasonika Max Zanotti (voce e chitarra) e Stefano Facchi (batteria) insieme a Giovanni Pinizzotto (basso) e Rosario Lo Monaco (chitarra). Il disco arriva a tre anni di distanza dall’esordio omonimo del 2015.

Dieci tracce di rock in italiano viscerale e suadente dove si alternano brani dal forte impatto stoner/punk come l’incipit di “Maschere” o la claustrofobica “Un punto di sutura”, alternati a brani più evocativi come “Ti sto cercando”, “Una ragione di più” o “Un taglio in bocca”. In mezzo ballad emozionanti come “Ti scriverò da qui” o “Lei” o parentesi più particolari come “Minuetto” (con la partecipazione della Dj e vocalist Ketty Passa). Un disco di rock italiano dove i testi ombrosi e riflessivi sulla vita, l’apparire, l’amore, l’incertezza si incastonano pefettamente nel sound dei Casablanca, una band di rock italiano ma che ha continui richiami al rock/stoner degli anni settanta d’oltreoceano. Una potenza di scrittura dovuta alla poetica ed al carisma di Max Zanotti, voce e chitarra, a cui risponde la ritmica granitica e precisa di Stefano Facchi (batteria) e Giovanni Pinizzotto (basso) e le trame chitarristiche di Rosario Lo Monaco. Il risultato è una band che punta a tornare un punto di riferimento di una scena rock italiana avara di nuove proposte.

L’intero album, è stato registrato da Max Zanotti presso 2000spire Studio (Ronago), con le batterie registrate da Matteo Sandri al Mono Studio di Milano, mixato e masterizzato da Tancredi Barbuscia presso GreenRiver Studio (Cavaria). 

Ti potrebbe interessare…